Orari della mutua 2016, tutte le info

orari mutua 2016

Orari mutua 2016: info e dettagli sui nuovi orari mutua inps dipendenti pubblici, insegnanti, privati ed esenzione dall’obbligo di reperibilità.
Con le disposizioni introdotte dal Jobs Act tanti sono i cambiamenti riguardanti gli orari mutua 2016 sia per il pubblico impiego che per i privati.
Scopriamo nel dettaglio cosa cambia e quali sono i nuovi orari mutua inps 2016.

Orari mutua dipendenti pubblici

Gli orari mutua 2016 dipendenti pubblici coprono due fasce, una mattutina ed una pomeridiana. Inoltre il dipendente pubblico che si assenta dal lavoro perchè malato, può essere sottoposto a   orari visite fiscali per malattia tutti i giorni, 7 giorni su sette, comprese le festività e i giorni prefestivi (Vigilia di Natale, 31 dicembre etc.)

Orari mutua statali

Come vi abbiamo accennato, per l’anno 2016 sono previste due differenti fasce orarie per la visita fiscale inps. Gli orari mutua 2016 dipendenti statali durante i quali possono essere effettuate le visite fiscali da parte del medico Inps sono:
• dalle 9.00 alle 13.00;
• dalle 15.00 alle 18.00.

Pubblico impiego orari mutua 2016: controlli INPS e certificati malattia

Con la riforma della Pubblica Amministrazione e in particolare l’articolo 13 della legge delega Madia è previsto l’aumento delle verifiche sui certificati medici del Pubblico Impiego.
I controlli per i certificati di malattia saranno effettuati direttamente dall’Inps (e non più dalle Asl) così come previsto per i dipendenti privati.

Grazie alla richiesta online da parte del datore di lavoro, oggi le visite mediche Inps possono essere effettuate già dal primo giorno di malattia, anche per un solo giorno.
Con i certificati malattia inps ogni Amministrazione sarà obbligata ad istituire una Commissione specifica addetta a valutare il comportamento dei dipendenti e in caso di gravi mancanze e scarso rendimento potrà procedere con sanzioni o addirittura col licenziamento (già previsto grazie al decreto legislativo 150 del 27 ottobre 2009, che attua la legge 15 del 4 marzo 2009, anche detta “legge Brunetta”).

Orari mutua insegnanti

In base alle nuove regole, il personale scolastico (come docenti, personale ata, collaboratori scolastici) in caso di assenza per malattia, ha l’obbligo di comunicarlo immediatamente agli uffici competenti dell’istituto.
La comunicazione deve avvenire già a partire dal primo giorno di assenza, anche in caso di malattia prolungata.

È necessario avvertire l’amministrazione scolastica autonomamente, non è possibile riferirsi ad un collega, quantomeno la comunicazione telefonica deve partire dal dipendente  interessato, che richiede il giorno di malattia.
Il comunicato deve specificare oltre al presunto periodo di assenza, anche il domicilio presso il quale è necessario essere reperibili per gli orari mutua dipendenti pubblici.

Orari mutua dipendenti scolastici

Anche in questo caso abbiamo due fasce orarie durante le quali può avvenire la visita fiscale:
dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

Orari mutua 2016: esenzione reperibilità docenti

Se per accertamenti medici o altri giustificati motivi il personale fosse impossibilitato ad essere reperibile al proprio domicilio durante gli orari mutua 2016, questi dovrà tempestivamente comunicarlo all’ amministrazione che potrà esigere un certificato di malattia.

Orari mutua 2016, settore pubblico: certificato di malattia

Se gli uffici amministrativi dell’Istituto scolastico, (ma anche datori di lavoro per i dipendenti pubblici) dovessero richiedere un certificato di malattia, questo non potrà essere redatto da qualsiasi medico. Scopriamo a chi ci si può rivolgere per un certificato di malattia. In caso di assenza per malattia la certificazione medica da presentare deve essere rilasciata dal Servizio Sanitario Nazionale (SSN). Sono quindi esclusi i certificati rilasciati da medici dipendenti in istituti privati , dunque non convenzionati con il SSN, e i medici liberi professionisti.
Rientrano invece tra i medici convenzionati: il medico di famiglia, guardia medica, ambulatori ASL, strutture ospedaliere pubbliche, pronto soccorso e strutture private regolarmente convenzionate con il SSN.

Orari mutua dipendenti privati

Come ben saprete, anche i dipendenti privati devono essere reperibili durante gli orari mutua 2016, onde evitare pesanti sanzioni.
Gli orari mutua 2016 per i lavoratori del settore privato coprono tutti i giorni. Ogni giorno dell’anno dunque, in caso di assenza per malattia, i dipendenti privati possono ricevere a casa la tanto temuta visita fiscale.
Vi ricordiamo inoltre che, nel momento in cui il dipendente privato risulta assente per malattia, il giorno prima o dopo ricorrenze festive, l’obbligo di reperibilità si estende di conseguenza anche alle giornate non lavorative.
Per esempio se il 24 dicembre il dipendente sfrutta un giorno di malattia, il 25 dicembre , essendo festivo, dovrà comunque essere reperibile durante gli orari mutua 2016 per il controllo visita fiscale.

Orari mutua 2016: settore privato

Ecco gli orari mutua 2016 dei cittadini che lavorano nel settore privato:
dalle 10.00 alle 12.00;
dalle 17.00 alle 19.00.

Orari mutua 2016, novità: esenzione reperibilità privati

Con il cosiddetto decreto semplificazioni dei rapporti di lavoro, approvato dal Consiglio dei Ministri ed introdotto grazie al decreto attuativo del Jobs Act, si estendono anche ai dipendenti privati alcuni diritti fin ora concessi soltanto al pubblico impiego. Ci riferiamo in particolar modo all’esenzione di reperibilità durante gli orari mutua privati.
L’esenzione di reperibilità dagli orari mutua 2016 per il settore privato è già attiva dal 22 gennaio scorso.
Dunque mentre durante gli orari mutua 2015 i dipendenti privati erano obbligati ad essere reperibili, da quest’anno, in determinati casi, possono godere dell’esenzione dall’obbligo di reperibilità.
Scopriamo quando è possibile sfruttare l’esenzione dall’obbligo di reperibilità durante gli orari mutua 2016

Il decreto dell’11 gennaio 2016, pubblicato dal Ministero del Lavoro in Gazzetta Ufficiale, spiega quelli che sono i cambiamenti riguardanti gli orari mutua 2016. Il decreto in particolare indica i casi di possibile esenzione dall’obbligo di reperibilità per i dipendenti del settore privato, ovvero:

  • stati patologici legati a stato d’invalidità al 67%;
  • gravidanze a rischio;
  • gravi malattie che necessitano di cure salvavita;
  • infortuni sul lavoro;
  • patologie riconosciute come “causa di servizio”.

Vi ricordiamo inoltre che, in presenza delle condizioni appena riportate, il medico curante dovrà inserire un codice sul certificato medico (codice “E”) che indica l’effettiva esclusione del paziente dai possibili controlli fiscali del medico INPS. Inoltre le strutture ospedaliere competenti devono rilasciare una documentazione nella quale sia esplicitato il tipo di patologia e l’eventuale terapia salvavita a cui si sottopone il paziente.

Per avere ulteriori informazioni puoi consultare le pagine di Giacinto dedicate a:

Se questo articolo sugli Orari mutua 2016 ti è stato utile puoi seguire i nostri aggiornamenti su agevolazioni e bonus, cliccando “mi piace” alla pagina facebook di Giacinto.org, siamo dalla parte del cittadino, sempre!

I commenti sono chiusi.