Bonus energia elettrica 2013, requisiti e modulistica

Il bonus energia elettrica 2013 è un incentivo approvato dal governo per aiutare le famiglie con disagio economico e per tutti coloro che, causa disagi fisici, hanno bisogno dell’utilizzo di speciali macchinari elettromedicali per il mantenimento in vita.

Si tratta tecnicamente di un bonus che offre la possibilità di abbattere il costo della bolletta dell’energia elettrica. Secondo gli studi nel 2012 questa agevolazione ha permesso un risparmio per famiglia tra i 63 e i 155 euro, in base al numero di familiari presenti.

Bonus energia elettrica 2013, requisiti
Possono accedere al bonus elettrico tutti i clienti domestici intestatari di un contratto di fornitura elettrica, per la sola abitazione di residenza, con potenza impegnata fino a 3 kW per un numero di familiari con la stessa residenza Kw:

  1. appartenenti ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 7.500 euro
  2. appartenenti ad un nucleo familiare con più di 3 figli a carico e ISEE non superiore a 20.000 euro.

Bonus energia elettrica, l’importo
Ma quanto vale il bonus elettrico? Il valore varia dal numero dei componenti della famiglia. Per l’anno 2013 è di:

  • 71 € per una famiglia di 1 o 2 persone
  • 91 € per 3 o 4 persone
  • 155 € per più di 4 persone

Bonus energia elettrica 2013, uso di macchinari eletromedicali
Il bonus elettrico prevede alcune modifiche rispetto alla versione del 2012, soprattutto in merito al capitolo che riguarda i soggetti con malattie gravi e che devono utilizzare apparecchiature particolari.
Si parla infatti di un bonus articolato su tre livelli per i soggetti interessati, articolati in base al numero di macchinari utilizzate e alle ore necessarie di funzionamento. Se in famiglia ci sono più persone che dipendono da apparecchiature elettromedicali, si ha diritto a un bonus per ogni membro con disagio fisico.

Bonus energia elettrica 2013, a chi fare richiesta
Il bonus elettrico va richiesto al proprio comune di residenza presso gli sportelli dedicati all’assistenza sociale o presso i Caf. Si tratta di compilare un modulo che è visionabile sul sito dell’ Autorità per l’energia o disponibile presso i comuni. Per l’evenienza qui sotto è possibile scaricare i moduli.

Bonus energia elettrica, la documentazione

  • ISEE aggiornato e in corso di validità
  • Certificato attestante l’agevolazione in vigore (Mod. 02/a1 che rilascia SGAte, oppure lettera inviata da Poste Italiane, o ricevuta del CAF)
  • modulo A/bis (disagio economico) compilato in tutte le sue parti, spuntando la casella rinnovo
  • documento identità
  • modulo E (solo in caso di famiglie numerose con almeno 4 figli a carico)
  • Eventuale delega del richiedente (se la domanda presentata da un delegato).

Il bonus elettrico, che permette uno sconto del 20% sulla bolletta al netto delle imposte, consentirà uno sconto che andrà da un minimo di 71 euro a un massimo di 155 euro, rispetto al minimo 65 euro e massimo di 139 del 2012.

Per Avere più info sul Bonus Elettrico, collegati al sito ufficiale BONUS ENERGIA

Per maggiori delucidazioni puoi scriverci nella sezione “L’esperto risponde di GIACINTO 

 

Nessun commento.

Lascia un commento

Devi aver effettuato il log in per commentare.