I bambini amati diventano adulti che sanno amare

bambini amati

“Ciò che siamo da adulti è lo specchio di ciò che siamo stati da bambini”.
(anonimo)
Questa frase fa comprendere l’importanza dell’aver vissuto un’infanzia felice, circondata dall’amore dei propri cari. Quando si diventa genitori dunque è fondamentale educare i propri figli con amore, il sentimento più importante dell’intera esistenza di ogni individuo. Scopriamo in questo articolo perché è cosi importante l’amore nell’educazione infantile e quali sono i vantaggi nello sviluppo del bambino.

Il seme dell’amore va piantato fin dall’infanzia.

Il bambino è come una spugna. Assorbe le emozioni che lo circondano, percepisce chiaramente gioie e dolori, ansie e insicurezze. Per questa ragione è importantissimo costruire un ambiente idoneo, sereno, sicuro, tranquillo. Spesso si tende ad associare il benessere di un bambino con i bisogni materiali. In realtà l’aspetto emozionale nell’educazione dei figli è da considerarsi un bisogno primario, strettamente correlato alle necessità materiali (cibo, salute, igiene etc.).

L’ importanza dell’amore nel rapporto genitori-figli

“Un bambino si muove sicuro nello spazio quando è consapevole che tu non lo trattieni, ma che sei lì nel caso lui abbia bisogno di te.”
(F. Morrone)
Tutti i genitori amano profondamente i proprio figli. Non tutti però hanno lo stesso concetto di amore, lo stesso modo di amare. Capita spesso infatti che un padre o una madre abbiano difficoltà nel manifestare il proprio affetto e ciò potrebbe causare ripercussioni sulla formazione della personalità dei figli. Fondamentalmente è importante mostrare i propri sentimenti anche attraverso i gesti, le parole, prestando attenzione. Il bambino deve comprendere che è circondato da quelli che rappresentano i veri e unici grandi amori della sua vita. I gesti di tenerezza, le parole d’amore, sono tutti atteggiamenti che aiutano a formare una personalità consapevole in grado di gestire le emozioni. Non è raro che i bambini presentino un innata fiducia in se stessi: crescerli con amore aiuta a mantenere questa dote naturale.

Stimolare il cervello emotivo dei bambini con l’amore

In base ad uno studio condotto dallo psicologo americano John Gottam i bambini più sereni, felici, con più autostima, sono quelli dotati di un’intelligenza emotiva più sviluppata. È stato riscontrato i bambini più intelligenti emotivamente sono più equilibrati e nella maggior parte dei casi hanno un rendimento scolastico migliore. (Leggi anche Autostima infantile: come insegnare ai bambini a credere in se stessi).

Come insegnare ai bambini ad amare: l’intelligenza emotiva
L’intelligenza emotiva è alla base dell’empatia, dell’autocontrollo, della capacità di mettersi a confronto con gli altri. Questo tipo di intelligenza può essere sviluppato attraverso l’amore, con una buona educazione nella gestione delle emozioni. Per riuscire a stimolare l’intelligenza emotiva del bambino è importante che il genitore riesca a comprendere gli stati d’animo, le emozioni (positive e negative) del piccolo.
Attenzione: comprendere gli stati d’animo del bambino non significa adottare un comportamento permissivo ma semplicemente capirne i sentimenti. È ovvio: i comportamenti scorretti vanno ripresi specificando il motivo della scorrettezza, indicando la strada giusta da seguire.

I vantaggi dei bambini cresciuti con amore

1) Manifestare l’affetto nei confronti dei propri figli vuol dire farli sentire al sicuro, in un ambiente emotivamente sano, in grado di proteggerli dai pericoli del mondo esterno.
2) Stimolare l’intelligenza emotiva già dalla tenera età significa porre le basi di un adulto sincero con se stesso, in grado di governare e dare ascolto ai propri sentimenti.
3) I genitori che crescono i bambini in un ambiente pieno d’amore favoriscono lo sviluppo dell’indipendenza emotiva infantile (dunque bambini in grado di calmarsi in maniera autonoma, a gestire le situazioni di stress psicologico).
4) Il rapporto genitore-figlio si fortifica, il bambino inizia ad essere più reattivo, pronto seguire le indicazioni dell’adulto che gli fa da guida.
5) I bambini cresciuti con amore sono in grado di ascoltare i propri sentimenti,  e saranno coloro che da adulti riusciranno a loro volta ad amare e a lasciarsi amare.

Leggi anche le paure infantili che ci condizionano da adulti

Educare i figli: gli errori più comuni

Ogni bambino nasce con una sua predisposizione a determinati comportamenti (c’è chi è pi timido, meno allegro, più estroverso etc.). Ognuno ha una sua personalità che può essere fortemente condizionata dall’ambiente che li circonda. Spesso può succedere che un genitore percepisca il carattere del bambino e che cerchi di educarlo in base a quella sua naturale propensione. Quando ciò accade è facile incorrere in errori molto comuni che però rischiano di reprimere il bambino o di amplificare i suoi limiti (fisici ed emotivi). Ecco alcuni degli errori più comuni nell’educazione dei figli suddivisi in base alla personalità del bambino.

Carattere timido ed introverso
a) I genitori tendono a proteggere eccessivamente il bambino alimentando la sua timidezza, il suo muro emotivo;
b) Tentando di stimolarlo ad aprirsi i genitori rischiano di essere eccessivamente esigenti in questo senso andando contro le vere esigenze del bambino che subisce un senso di ansie e frustrazione.

Carattere aperto e iperattivo
a) Per limitare l’iperattività del bambino gli adulti potrebbero reprimerlo, tarpargli le ali, senza riuscire ad indirizzare le sue peculiarità.
b) A furia di concedergli tutto il bambino non avrà la percezione del pericolo e potrebbe,in futuro, avere difficoltà ad affrontare le difficoltà.
Carattere ansioso e insicuro
a) Anche in questo caso si rischia di “ovattare” il mondo del bambino, di proteggerlo eccessivamente, senza fargli sviluppare alcuna forma di indipendenza e alimentando le sue insicurezze.
b) Pur di stimolare il piccolo ad aprirsi, ed ad avere più fiducia in se stesso il bambino potrebbe sentirsi minacciato, e chiudersi ancor di più nel suo mondo fatto di paure e perplessità.

Leggi anche 4 atteggiamenti che debilitano il rapporto con i figli

Un bambino amato è un bambino meno insicuro

Educare i propri figli in modo da valorizzare al massimo i loro punti di forza e di rafforzare quelli di debolezza è un ottimo metodo ma ricordate che la parola chiave per far crescere i bambini in maniera serena è una: l’ascolto. Chiedetevi perché è timido? Cosa lo turba? Quali attività ama? Anche il bambino più indeciso, chiuso o iperattivo, se trattato con amore ed empatia riuscirà a farvi capire il motivo dei propri disagi.

 

Se questo articolo “I bambini amati diventano adulti che sanno amare” ti è piaciuto puoi seguire i nostri aggiornamenti, cliccando “mi piace” alla pagina facebook di Giacinto.org, impara ad amare te stesso e chi ti circonda!

I commenti sono chiusi.