Assegno maternità Comune o Stato

assegno maternità comune stato

Assegno maternità Comune o Stato: come richiederli, quanto spetta e dopo quanto tempo arrivano gli assegni di maternità

Assegno maternità Comune o Stato: cos’è?

Gli assegni di maternità (sia l’ assegno di maternità Comune o Stato) rappresentano degli aiuti economici erogati a favore delle neo-mamme. L’ incentivo economico spetta sia per i figli naturali che adottivi.
Ovviamente non tutti possono ottenere l’ assegno di maternità Comune o Stato. A seconda della natura del beneficio infatti è necessario possedere determinati requisiti.

Assegno maternità Comune o Stato: come funziona?

In primo luogo è bene sottolineare che Assegno di maternità Comune e assegno di maternità Stato non sono la stessa cosa, rappresentano infatti due ausili economici differenti.

Assegno maternità Comune o Stato: differenze

L’assegno di maternità Comune è erogato dal comune di residenza del richiedente, è pagato dall’ INPS ed è destinato ai cittadini senza lavoro, disoccupati.
L’assegno di maternità Stato invece è erogato direttamente dall’ INPS e spetta ai lavoratori (compresi i precari) in possesso di determinati requisiti.

Assegno maternità Comune o Stato: requisiti

Come anticipato assegno maternità Comune e assegno di maternità Stato sono due incentivi differenti, correlati dunque a diversi requisiti. Scopriamo nel dettagli quali sono i requisiti per accedere all’ assegno di maternità Comune e all’ assegno maternità Stato.

Assegno maternità Comune: a chi spetta

L’ assegno di maternità Comune come già anticipato spetta alle madri disoccupate, casalinghe o comunque a coloro che non sono riuscite ad accumulare i requisiti contributivi minimi per accedere all’ assegno di maternità erogato dallo Stato.

 Requisiti assegno maternità Comune

Trai requisiti generali per richiedere l’assegno di maternità Comune ricordiamo:

  • Cittadinanza italiana o comunitaria.
  • Residenza nel Comune presso il quale si fa richiesta della prestazione.
  • Permesso di soggiorno di lungo periodo o status di rifugiato politico (per le cittadine extracomunitarie).

Ai sensi della legge 448/99 gli assegni di maternità Comune non possono essere ottenuti da coloro che già ricevono altri assegni di maternità o che non sono coperti a livello previdenziale.

Assegno maternità Comune: reddito

Anche il reddito rappresenta un requisiti fondamentale. L’ assegno di maternità Comune infatti può essere ottenuto solo dai cittadini il cui reddito ISEE non superi la soglia massima stabilita pari a 16.954,95 euro.

Assegno Maternità Stato: requisiti generali

Anche per accedere all’ assegno di maternità Stato è necessario possedere determinati requisiti.
Pure in questo caso, i requisiti generali sono:
• Cittadinanza italiana o comunitaria;
• Permesso di soggiorno di lunga durata (se siete extracomunitari residenti in Italia);
• Residenza italiana ( in caso di cittadinanza italiana ma residenza all’ estero non si ha diritto agli assegni).

Assegno maternità Stato: i requisiti contributivi delle donne lavoratrici

Per fare richiesta dell’ assegno di maternità Stato è necessario possedere anche specifici requisiti contributivi.
Nei 9 mesi che precedono il parto infatti, fino a 18 mesi prima, le lavoratrici dovranno aver accumulato almeno 3 mesi di contribuzione per maternità. Stesso discorso vale per le madri adottive (ma in questo caso è presa in considerazione la data dell’ ingresso in famiglia del bambino).

Assegno maternità Comune o Stato: importi

Assegno maternità Comune: quanto spetta

Con la circolare n. 46 del 2 marzo 2016 l’ INPS ha pubblicato quelli che sono gli importi degli assegni maternità comune 2016, complessivamente pari a 1.694,45 euro ( 338,89 euro al mese per 5 mesi).

Assegno di maternità Stato: quanto spetta

L’ assegno di maternità Stato può raggiungere un importo massimo pari a 2.082,08 euro.

Assegno maternità Comune e Stato: come fare richiesta

Domanda assegno di maternità Stato: iter e scadenze

Quando fare richiesta per l’assegno di maternità Stato?
La richiesta per ottenere l’assegno di maternità Stato deve essere effettuata entro 6 mesi dalla data del parto. Per le madri adottive non è presa in considerazione la data del parto ma la data di adozione, di ingresso ufficiale del bambino nel nucleo familiare.

Dove presentare la domanda per l’ assegno di maternità Stato
La richiesta dell’ assegno di maternità Stato deve essere inviata all’ INPS sfruttando i canali telematici messi a disposizione dell’istituto. Quindi tramite:
–Web: attraverso il sito internet www.inps.it nella sezione “servizi online” utilizzando il pin personale;
– Contact Center Integrato: telefonando al numero verde 803.164, gratuitamente da rete fissa, o allo 06.164.164 da cellulare, a pagamento ( il costi variano in base al piano tariffario previsto dall’ operatore telefonico);
– Patronato: nel caso in cui non abbiate ancora attivato il pin per accedere ai servizi online del sito o se comunque volete evitare di fare tutto da soli e preferite affidarvi ad una figura professionale collaudata.

Attenzione: vi ricordiamo che per inoltrare la domanda dell’ assegno di maternità Stato è necesario aver attivato il PIN del proprio account personale INPS

Assegno di maternità Comune: quando e come fare domanda

Anche la domanda di assegno di maternità Comune va effettuata entro 6 mesi dal parto (o per le famiglie adottive/affidatarie entro 6 mesi dall’ ingresso in famiglia del bambino).

Assegno maternità Comune modulo di domanda
Il modulo di richiesta per l’ assegno di maternità del Comune va scaricato dal portale web del comune o reperito in forma cartacea presso gli uffici municipali.

Assegni maternità Comune: Documenti da presentare
A seconda del comune di residenza può variare la documentazione da allegare alla domanda per gli assegni di maternità del Comune. Generalmente trai documenti indispensabili da avere a disposizione ricordiamo:
• Valido documento d’identità e codice fiscale.
• ISEE in corso di validità, riferito all’anno precedente rispetto a quello di presentazione della domanda.
• Estremi del conto corrente per il versamento.

Assegno di maternità del Comune: dove fare domanda
In questo caso il modulo di richiesta va presentata presso gli Uffici Municipali del Comune di residenza, (o altri enti accreditati come Caf) scaricando i moduli messi a disposizione dei cittadini sui portali web dei Comuni.

Assegno maternità comune: dopo quanto arriva ? (ritardo assegno maternità)

Gli assegni di maternità 2016 forniti dal Comune, arriveranno solo dopo che il personale addetto avrà effettuato le dovute verifiche sulle dichiarazioni e documentazioni presentate.

Il tutto per garantire la reale esistenza dei requisiti richiesti. Una volta superata questa fase di controllo l’assegno verrà versato dall’ INPS direttamente sul conto corrente della madre.

Purtroppo non è possibile stabilire con precisione dopo quanto tempo arriva l’assegno di maternità, i tempi variano in base alla rapidità e al numero di richieste del vostro Comune di Residenza proprio per questo motivo sono frequenti episodi di ritardo nell’ accredito degli importi.

 

Potrebbero interessarti anche le pagine di Giacinto.org dedicate a:
Assegno di Maternità 2016
Congedo di paternità
Maternità anticipata
Indennità di maternità 2016
Se questo articolo sull’ Assegno di maternità Comune o Stato ti è stato utile puoi seguire i nostri aggiornamenti su agevolazioni e bonus, cliccando “mi piace” alla pagina facebook di Giacinto.org, siamo dalla parte del cittadino, sempre!

I commenti sono chiusi.