730 precompilato congiunto: come funziona

Modello 730 congiunto 2016

730 precompilato congiunto: come funziona, come compilarlo online e, in alternativa, quanto costa la sua compilazione presso i caf. Richiesta PIN e accesso al cassetto fiscale.

In questa pagina vedremo tutte le informazioni sulla compilazione del modello 730 congiunto, su come funziona questa dichiarazione dei redditi e quali sono i documenti da trasmettere al caf per delegare la sua compilazione e la trasmissione all’Agenzia delle Entrate.

730 precompilato congiunto, come funziona

Per utilizzare il modello 730 precompilato il contribuente deve accedere, utilizzando le proprie credenziali (password e pin forniti dall’Agenzia delle Entrate), ai servizi telematici FiscoOnline in modo da poter consultare la propria dichiarazione dei redditi. Non è possibile accedere direttamente ad un modello 730 precompilato congiunto

Già a partire dall’anno scorso, in via sperimentale, era possibile utilizzare i servizi online dell’Agenzia delle Entrate per accedere al modello 730 precompilato 2015. Purtroppo, anche quest’anno, il sistema online non permette ai cittadini di sfruttare il modello 730 precompilato congiunto online. Tuttavia vi è un escamotage. Per accedere al modello 730 precompilato congiunto infatti vi baserà, una volta ottenuto il modello precompilato, rivolgervi ad un CAF ( o altro ente autorizzato) in modo da integrare la dichiarazione con le informazioni reddituali del partner. In questo modo, a partire dal modello precompilato, otterrete un modello congiunto con il partner.

Nota bene:

In realtà anche se non avete intenzione di presentare un modello precompilato congiunto, molto probabilmente dovrete comunque rivolgervi ad un CAF.  Infatti uno dei punti deboli riscontrati durante il 2015 con il modello precompilato è proprio la necessità di rivolgersi comunque ad un professionista per integrare la dichiarazione dei redditi, poiché alcune spese non non vengono inserite in automatico dal sistema online.

730 precompilato congiunto, richiesta pin

L’accesso al proprio cassetto fiscale attraverso il servizio FiscoOnline può essere effettuato solo dai contribuenti in possesso del codice pin fornito dall’ Agenzia delle Entrate.
È possibile richiedere il pin:
Online: attraverso il sito ufficiale dell’Agenzia delle Entrate, compilando un apposito modulo nell’area dedicata.
Rivolgendosi al servizio assistenza fiscale: telefonando al seguente numero: 848.800.444.
Recandosi direttamente presso qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia delle Entrate.
Una volta richiesto il pin, indipendentemente dalla modalità di domanda prescelta, sarà rilasciata al contribuente solo la prima parte del codice. La seconda parte del pin, compresa la password, sarà spedita al cittadino direttamente al proprio domicilio.

730 precompilato congiunto, come fare

Come anticipato, per accedere al 730 precompilato vi basterà entrare nel vostro cassetto fiscale sul portale dell’Agenzia delle Entrate. Possono beneficiare dei servizi online solo i contribuenti che hanno fatto richiesta del pin personale all’Agenzia. Dunque, i cittadini registrati (in possesso di entrambe le parti del pin) che intendono utilizzare la dichiarazione dei redditi precompilata possono accedere al cosiddetto servizio FiscoOnline dell’Agenzia delle Entrate. Effettuato l’accesso vi apparirà direttamente sul vostro computer una sorta di “bozza” della dichiarazione dei redditi da controllare. Una volta verificata l’esattezza, e la completezza, dei dati non vi resta che procedere con le dovute integrazioni per rendere il 730 precompilato congiunto.
Per ottenere un modello 730 precompilato congiunto dovete, almeno per ora, rivolgervi ad una figura professionale (come il commercialista) che dovrà occuparsi delle dovute integrazioni che riportino le informazioni di reddito e le spese detraibili del partner.

Per ulteriori info sulle spese detraibili vi rimandiamo all’articolo di approfondimento di Giacinto.org: 730 Detrazioni mediche

730 precompilato congiunto online

Dal sito dell’Agenzia delle Entrate, sarà possibile accedere al modello 730 precompilato a partire dal 15 aprile 2016.
Anche coloro che l’anno scorso hanno presentato il 730 congiunto, quest’anno online troveranno due dichiarazioni separate, singole, alle quali potranno accedere con il proprio pin. Stessa regola vale per i cittadini che non percepiscono reddito da lavoro dipendente o assimilato: non è possibile ottenere un modello 730 precompilato congiunto online. Insomma la dichiarazione dei redditi congiunta è accessibile solo nel momento in cui ci si rivolge, a figure professionali abilitate, che dovranno integrare il modello 730 precompilato online e che ovviamente dovranno essere retribuite a spese del cittadino.

730 precompilato congiunto, quanto costa

Teoricamente il 730 precompilato non richiederebbe alcuna assistenza da parte di un CAF. In realtà la maggior parte delle volte la dichiarazione dei redditi va revisionata o comunque integrata con ulteriori documentazioni che non sempre vengono inserite automaticamente dal servizio online.
Anche se non occorresse alcuna revisione per il proprio 730 precompilato, per poter presentare una versione del 730 congiunta (quindi un modello 730 precompilato congiunto) è obbligatorio rivolgersi ad un soggetto intermediario (come ad esempio ad un CAF).

Costi 730 precompilato congiunto caf

I costi per la compilazione del 730 precompilato congiunto variano in base a vari elementi:
– Il territorio ove è ubicato il caf.
– Figli a carico.
– Mutui.
– Cedolare secca
– Pensioni etc.
Il Sole24 ha effettuato un indagine per scoprire mediamente quanto costa spedire e compilare un 730. La ricerca ha messo in evidenza un enorme differenza dei costi tra nord e sud italia. Se infatti a Napoli la consulenza in un caf per la dichiarazione dei redditi non supera i 70 euro, mediamente a Milano le spese da sostenere per un 730 congiunto possono arrivare anche 210 euro.

Prima di procedere con il 730 precompilato congiunto dunque vi consigliamo di informarvi e di rivolgervi a figure professionali serie e soprattutto autorizzate.

730 precompilato congiunto: documenti da presentare

Dopo aver compilato ed integrato il 730 precompilato per renderlo congiunto è necessario aggiungere al modello tutte le informazioni anagrafiche e reddituali riferite al partner. Tra i documenti necessari per il modello 730 precompilato congiunto ricordiamo:
– Valido documento d’identità del dichiarante e del coniuge.
– Codice fiscale dei coniugi e dei familiari fiscalmente a carico.
– Modello 730 o modello Unico riferiti all’anno precedente.
– Informazioni relative al datore di lavoro del coniuge (denominazione, eventuale p.iva, codice fiscale, contatti etc.).
– Documenti attestanti le spese da portare in detrazione (scontrini parlanti per le spese mediche, ricevute fiscali per i lavori di ristrutturazione etc.)

Modello 730 congiunto 2016, novità

Nel video che segue sono elencate tutte le novità relative alla dichiarazione dei redditi con modello 730 congiunto 2016. Il video è molto chiaro e fa luce su tutte le novità.

Se questo articolo sul 730 precompilato congiunto ti è stato utile puoi seguire i nostri aggiornamenti su agevolazioni e bonus, cliccando “mi piace” alla pagina facebook di Giacinto.org, siamo dalla parte del cittadino, sempre!

I commenti sono chiusi.